Skip to main content

Khalili Mohammad Karim

Pubblicazione: 1 Agosto 2023

È nato nel 1950 nella provincia di Wardack.

  • Ex Vice Presidente dell’Afghanistan nell’amministrazione del presidente Hamid Karzai, è stato nominato per la prima volta Vicepresidente nel 2002 ed è stato eletto come primo ufficiale di Hamid Karzai nel 2004
  • Vice Presidente della Autorità Transitoria Afghana (giugno 2002)
  • Karzai lo ha scelto come Secondo Vice Presidente per le elezioni presidenziali del mese di ottobre del 2004
  • Nel 2019 è il presidente dell’Alto consiglio per la pace(Afghan High Peace Council) in rappresentanza del governo per i negoziati di pace con i Talebani

Cosa si dice di lui

Accusato nel 2010 insieme ad altri sette ministri di appropriazione indebita di $362,000 nelle attività di agenzie di viaggio per l’organizzazione dei pellegrinaggi alla Mecca. Khalili faceva parte della Haj Operation Commission che dovrebbe garantire un viaggio sicuro da e per l’Arabia Saudita dei pellegrini afgani (fonte RAWA)

Lo studio “Mappa dei conflitti afgani dal 1978” realizzato dall’Afghan Independent Human Rights Commission (AIHRC) che riporta in modo preciso i luoghi e i dati relativi a 180 fosse comuni in cui si trovano resti di civili e combattenti fatti prigionieri.

Le figure accusate nel report di avere avuto responsabilità nelle uccisioni di massa comprendono alcuni dei personaggi più potenti del governo afgano e delle attuali fazioni etniche, compresi politici dell’Alleanza del Nord che cacciò i Talebani nel 2001. Tra questi comare il nome di Khalili insieme a Ahmed Shah Massoud (leader dell’Alleanza del Nord, deceduto), Abdul Rashid Dostum (Generale delle Forze Armate), Muhammad Qasim Fahim (Vice Presidente). (fonte Osservatorio Afghanistan)

Il Rapporto di Human Rights Watch del 2004 “The Rule of the Gun. Human Rights Abuses and Political Repression in the Run-up to Afghanistan’s Presidential Election” cita gli abusi compiuti da due comandanti (Arif Dawari e Abdul Ali ) legati a Khalili. Si tratta di estorsione, sequestro di terre e proprietà, arresto e detenzione arbitraria, sparizioni; omicidi, aggressioni fisiche, intimidazioni e abuso sessuale delle donne. Khalili si è mosso per coprire le denunce bloccando gli sforzi per estromettere i comandanti implicati e per mettere a tacere le loro malefatte. (fonte Human Rights Watch)

I suoi precedenti

Mohammad Karim Khalili, di etnia hazara, è nato nel 1950 a Qala-e Khesh, un villaggio del distretto di Beshud (provincia di Wardak). Dal 1981 al 1987 è stato dapprima membro e quindi dirigente del Consiglio della Coalizione islamica dell’Afghanistan, organizzazione sostenuta dall’Iran. Nel 1988 ha aderito al partito Hezb-e-Wahdat Islami di Abdul Ali Mazari, sorto su spinta di Teheran che intendeva unire le correnti sciite contro i partiti sunniti con base in Pakistan. Durante la guerra civile ha combattuto con le milizie del suo partito a fianco di quelle uzbeke di Abdul Rashid Dostum e pashtun di Gulbuddin Hekmatyar contro le forze governative (tagike) comandate da Ahmad Shah Massud.

Nel marzo 1995, dopo aver subito gravi perdite, Mazari ha stipulato un accordo con i taliban ma molti dei suoi comandanti si sono rifiutati di consegnare le armi. Mazari è stato arrestato dai taliban, che lo sospettavano di tradimento, ed è stato ucciso mentre tentava di fuggire. Alla sua morte, il ruolo di Presidente del partito è passato a Khalili il quale in pochi mesi ha preso le distanze dai taliban e nel 1996 ha partecipato insieme a Massud e a Dostum alla costituzione del Consiglio Supremo per la Difesa della Patria, con capitale a Mazar-e Sharif, e, l’anno successivo, alla formazione del Fronte Unito Nazionale e Islamico per la Salvezza dell’Afghanistan, meglio conosciuto come Alleanza del Nord.

Dopo la Conferenza di Bonn ha protestato per lo scarso peso attribuito alla componente hazara nelle nuove istituzioni ma ha accettato l’incarico di Vice Presidente della Autorità Transitoria Afghana (giugno 2002). Nel 2004 Karzai lo ha scelto come Secondo Vice Presidente per le elezioni presidenziali del mese di ottobre. Con il tempo ha perso gran parte della sua influenza tra la comunità hazara a vantaggio di Mohammad Mohaqqeq, già famoso comandante delle milizie di Hezb-e-Wahdat Islami, distintosi nei combattimenti intorno a Mazar-e Sharif. Mohaqqed ha lasciato il partito diretto da Khalili fondando una propria formazione chiamata Hezb-e Wahdat-e Islami i Mardom.

———–

Non si hanno sue notizie dopo la ripresa del potere dei talebani nell’agosto 2021.

 

Eventi in Febbraio 2024

lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
29 Gennaio 2024
30 Gennaio 2024
31 Gennaio 2024
1 Febbraio 2024
2 Febbraio 2024(1 event)
3 Febbraio 2024
4 Febbraio 2024
5 Febbraio 2024
6 Febbraio 2024
7 Febbraio 2024
8 Febbraio 2024
9 Febbraio 2024
10 Febbraio 2024
11 Febbraio 2024
12 Febbraio 2024
13 Febbraio 2024
14 Febbraio 2024
15 Febbraio 2024
16 Febbraio 2024(1 event)

Donne resistenti – Diritti negati e lotta di liberazione delle donne afghane


16 Febbraio 2024

Colonia (Germania) – Associazione Mondo Aperto – Offene Welt e.V.
Zugweg 22
Colonia, Germania 50677
17 Febbraio 2024
18 Febbraio 2024
19 Febbraio 2024
20 Febbraio 2024
21 Febbraio 2024
22 Febbraio 2024
23 Febbraio 2024
24 Febbraio 2024
25 Febbraio 2024
26 Febbraio 2024
27 Febbraio 2024
28 Febbraio 2024
29 Febbraio 2024
1 Marzo 2024
2 Marzo 2024
3 Marzo 2024

Vai agli Eventi