Skip to main content

Campagna sociale multisoggetto a favore dei diritti delle donne

Pubblicazione: 10 Febbraio 2024

L’Italia ha un problema con le donne e con l’evoluzione del loro ruolo nella società. Lo dimostrano la violenza domestica in crescita, le discriminazioni sul posto di lavoro, i modelli maschili tossici proposti dai mass media, gli stereotipi di alcuna pubblicità che continua a proporre donne come oggetto sessuale e nel tradizionale ruolo di cura della casa, del marito, dei figli e che sembra non considerare la presenza femminile nel mercato del lavoro. E se negli altri paesi europei la parità di genere viene incoraggiata perché valutata come fattore di crescita nazionale, in Italia le donne continuano ad essere considerate “elemento comprimario”.

Sui manifesti, in tv e nel web compaiono campagne che si firmano “dalla parte delle donne” ma che contrastano i nostri diritti e trasmettono informazioni scorrette, attaccando in modo pesantissimo la nostra autodeterminazione.

Il clima culturale che sta emergendo nel nostro Paese porta avanti un discorso di “dissuasione”. Ad esempio, sulla libera scelta della maternità: nell’ambito del de-finanziamento del sistema sanitario pubblico, l’ostruzionismo, discreto ma efficace al diritto all’interruzione volontaria di gravidanza, usa fondi pubblici per “convincere” le donne a non abortire. La retorica sulla natalità, anziché combattere la carenza di servizi sociali, colpevolizza le donne che ricorrono all’IVG – definita “cultura dello scarto” e “cultura della morte”. E, a fronte del via libera dell’AIFA alla gratuità della pillola anticoncezionale, c’è chi esprime perplessità sulla copertura finanziaria del provvedimento.

La campagna LEI E’ nasce dall’affermazione dell’autodeterminazione delle donne e sottolinea la forza di ogni donna, in base alle leggi e i decreti che ne determinano i diritti, assumendo anche un valore educativo. È una campagna informativa che intende correggere le falsità, perché le donne devono conoscere e rivendicare i loro diritti.

Il nostro messaggio vuole offrire una corretta informazione sul contrasto alla violenza di genere, sulle molestie verbali e fisiche, sulla libera scelta di una maternità consapevole, sulla tutela dell’equa rappresentanza nei posti di potere, sul gap salariale, sull’importanza della lotta agli stereotipi e alle discriminazioni di genere, sul valore dell’educazione al consenso.

L’obiettivo è far conoscere leggi e diritti faticosamente conquistati negli anni e difenderli perché valgano anche domani.

Dal diritto di scegliere se portare avanti una gravidanza, garantito dalla legge 194, alla parità salariale sancita dalla Costituzione; dalla denuncia della violenza maschile, riconosciuta come violazione dei diritti umani dalla Convenzione di Istanbul, alla tutela di chi trova il coraggio di denunciare, prevista dal Codice Rosso.

Una campagna che mira anche a scardinare luoghi comuni e stereotipi sul ruolo delle donne, nel mondo del lavoro come in politica e nelle relazioni intime, che limitano la loro libertà e alimentano la violenza di genere che ha profonde radici culturali.

La campagna sociale multisoggetto LEI E’ a favore dei diritti delle donne si sviluppa in 12 soggetti diversi (scarica il pdf), ma con al centro la libertà di scelta e l’autodeterminazione delle donne.

Proposta dall’associazione Lofficina e co-firmata da Senonoraquando?Torino, Break the Silence Italia, Torino Città per le Donne, è stata realizzata pro bono dalla Agenzia di pubblicità Hub09.

È solo grazie al patrocinio della Fondazione Pubblicità Progresso – che consente di accedere agli spazi gratuiti dei media nazionali qualora i Concessionari acconsentano ad ospitarla – che la nostra campagna potrà essere diffusa sulle principali testate TV, affissione e stampa nazionali (in allegato le prime uscite sui stampa e affissione).

In allegato, la lettera di assegnazione del Patrocinio.

Condividiamo pianamente il loro obiettivo di: “contribuire alla soluzione di problemi morali, civili ed educativi della comunità, ponendo la comunicazione di massa al servizio della collettività e perseguendo l’intento di dimostrare l’utilità di un intervento pubblicitario professionale per stimolare la coscienza civile ad agire per il bene comune.”

Poiché gli spazi social sono a pagamento, stiamo raccogliendo donazioni volontarie da parte delle associazioni e degli enti del settore delle pari opportunità per  la pianificazione sul web, che garantisca anche un’adeguata diffusione online della campagna LEI E’.

Alla conferenza stampa di presentazione presso la Sala Caduti di Nassirya del Senato sono intervenute le responsabili delle 4 associazioni promotrici: Elena Rosa de Lofficina, Laura Onofri per Senonoraquando?Torino, Maria Chiara Cataldo per Break The Silence Italia, Antonella Parigi di Torino Città per le Donne. Per la Fondazione Pubblicità Progresso Serena Fasano, per l’Agenzia di pubblicità Hub09 Angela Sannicandro.

La senatrice Anna Rossomando che ha sostenuto l’incontro ha aperto i lavori.

Eventi in Aprile 2024

lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
1 Aprile 2024
2 Aprile 2024
3 Aprile 2024
4 Aprile 2024
5 Aprile 2024
6 Aprile 2024
7 Aprile 2024
8 Aprile 2024
9 Aprile 2024
10 Aprile 2024
11 Aprile 2024
12 Aprile 2024
13 Aprile 2024
14 Aprile 2024
15 Aprile 2024
16 Aprile 2024
17 Aprile 2024
18 Aprile 2024
19 Aprile 2024
20 Aprile 2024
21 Aprile 2024
22 Aprile 2024
23 Aprile 2024
24 Aprile 2024
25 Aprile 2024
26 Aprile 2024
27 Aprile 2024
28 Aprile 2024
29 Aprile 2024
30 Aprile 2024
1 Maggio 2024
2 Maggio 2024
3 Maggio 2024
4 Maggio 2024
5 Maggio 2024

Vai agli Eventi