CISDA LOGO

Per informazioni: cisdaonlus@gmail.com - Per i giornalisti: stampa@cisda.it

COALIZIONE PER LA DEMOCRAZIA E LA LAICITÀ IN EUROPA E AFGHANISTAN

APPELLO DELLA SOCIETÀ CIVILE AI GOVERNI E ALLE ISTITUZIONI EUROPEE

In Afghanistan, la popolazione è dilaniata dalla guerra da oltre 40 anni. Gli ultimi vent’anni di occupazione militare da parte delle forze alleate della Nato (2001 – 2021), hanno prodotto centinaia di

...

EU-AFGHAN COALITION FOR DEMOCRACY AND SECULARISM

COALITION POUR LA DÉMOCRATIE ET LA LAICITE EN EUROPE ET EN AFGHANISTAN

APPEL DE LA SOCIÉTÉ CIVILE AUX GOUVERNEMENTS ET INSTITUTIONS EUROPÉENS

En Afghanistan, la population est déchirée par la guerre depuis

...

COMUNICAZIONE PER CHI VUOLE AIUTARE

Stiamo ricevendo, in questi giorni drammatici per l’Afghanistan, numerose mail e telefonate di persone ed associazioni che esprimono la loro forte indignazione per la condizione di sofferenza in cui il popolo afghano e soprattutto le donne sono costrette.
Il CISDA ringrazia tutte le Associazioni e i singoli che stanno esprimendo la loro solidarietà e si propongono per aiutare e sostenere il popolo afghano. Sui nostri canali social troverete informazioni e notizie che riceviamo direttamente dai nostri contatti nel paese. Attualmente la priorità resta quella di dare voce alle forze democratiche che sosteniamo pienamente.
Ci scusiamo pertanto se non riusciamo a rispondere ad ogni richiesta, ma per ora possiamo solo rinnovare il nostro appello a sostenere la campagna che il CISDA ha avviato per una raccolta fondi a favore delle organizzazioni e dei movimenti con cui collaboriamo da anni.
Per chi si reso disponibile ad accogliere le persone che devono lasciare il Paese, invitiamo ad aspettare le decisioni delle istituzioni nazionali ed internazionali rispetto all’avvio di corridoi umanitari. Qualora avessimo notizia di reti di solidarietà fidate provvederemo a renderle note.

Facebook CISDA

Chi volesse contribuire anche con una piccola cifra può farlo con un bonifico sul conto del CISDA, specificando nell’oggetto “DONAZIONE LIBERALE – EMERGENZA AFGHANISTAN”.

BANCA POPOLARE ETICA agenzia via Scarlatti 31 – Milano
Conto corrente n. 113666 – CIN U – ABI 5018 – CAB 1600
IBAN: IT74Y0501801600000011136660

 

COMUNICATI STAMPA

grazieCare sostenitrici e cari sostenitori,
da due mesi a questa parte abbiamo capito quanto, nei passati venti anni, la nostra piccola associazione sia riuscita a seminare; il nostro impegno nel far sì che l’Afghanistan non venisse

...

“Noi alzeremo la nostra voce ancora più forte e continueremo la nostra resistenza e la nostra lotta per la democrazia e i diritti delle donne!”

RAWA

L’invasione dell’Afghanistan da parte degli USA e dei paesi NATO, fatta con il pretesto di sconfiggere il terrorismo e liberare le donne, è stata un gigantesco fallimento.

La guerra ha

...

La lettera aperta che alleghiamo, promossa da numerose associazioni della "Rete In difesa di - Per i diritti umani e chi li difende" (www.indifesadi.org), tra cui AIDOS, AOI, ARCI, ARCS, CGIL, CISDA, CIPSI, COSPE, a cui hanno aderito oltre 40 altre associazioni e comitati, è stata inviata il 23 agosto al Presidente del Consiglio Mario Draghi, ai Ministri

...

25 agosto 2021

Un afgano ha raccontato al Cisda perché non è riuscito a imbarcarsi per l’Europa. Sfiorare la salvezza e non riuscire ad afferrarla. È quanto è capitato, ieri all’aeroporto di Kabul, alla famiglia di Ahmed (nome di fantasia per tutelare l’identità di un nostro conoscente). Nonostante avessero diritto ad accedere a uno dei voli verso un paese europeo, Ahmed, la moglie e

...

Calendario Eventi

Dicembre 2021
L M M G V S D
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31
Gennaio 2022
L M M G V S D
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31

​Audizione su discriminazioni e crisi umanitaria in Afghanistan

Senato della Repubblica - Intervento internazionale in Afghanistan

Asta di beneficenza per le donne afghane

Notizie sull'Afghanistan

Osservatorio Afghanistan

Radio Popolare - 18 maggio 2021 - Intervista a Cristiana Cella

Registrazione dell’incontro “A scuola di diritti umani?” tenutosi in modalità telematica il giorno 25-03-2021.
Il meeting è stato realizzato con la speciale collaborazione di Francesco Boschi e dell’associazione Dajai odv.

Interventi:

  • "Nativi americani, fu genocidio?” di Naila Clerici, docente dell’Università di Genova
  • “Essere giovani in Afghanista” di Linda Bergamo, dottoranda all’Università di
...

Tesi di Laurea di Filippo Gigli

ESSERE DONNA IN AFGHANISTAN - Tra fonti religiose e giuridiche

Tesi di Laurea di Martina PEDERZOLI

Corso di Laurea in Scienze Politiche per la Cooperazione Internazionale allo Sviluppo, Facoltà di Scienze Politiche e Sociali, UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE DI MILANO

La Tesi esamina il ruolo che la donna assume in contesti dominati da conflitti e i processi di empowerment femminile e come tale ruolo si può sviluppare.
Dopo una parte che

...

Tesi di Laurea in Il governo dell’aiuto internazionale introduzione di Linda Bergamo.

Corso di laurea magistrale in Cooperazione internazionale tutela dei diritti umani e dei beni etno-culturali, Scuola di Scienze Politiche, ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

La tesi vuole essere tra le altre cose un approccio critico verso la gestione degli aiuti internazionali.

...

Radio Popolare - Ambrogino d'Oro a Cristina Cattafesta - Intervista a Gabriella Gagliardo - CISDA

Testimonianze dall'Afghanistan

L’Occidente non è riuscito a portare democrazia e libertà delle donne, ma una nuova devastante guerra

afghanistan emergenzaLa decisione degli USA di avviare una trattativa con i talebani, consentendo la liberazione di 5000 miliziani dalle prigioni, e di lasciare l’Afghanistan insieme a tutte le truppe della Nato, ha

...

Intervista ad Hambastagi (Solidarity Party of Afghanistan) 22/07/2021

di Linda Bergamo e Laura Quagliuolo, attiviste CISDA

Logo HLa persona con cui parliamo non ha la videocamera accesa. Per partecipare all’intervista, ha avuto accesso alla connessione a internet in un ufficio di una ONG, dove lavora un conoscente.

Chiedo se il

...

di Laura Quagliuolo (CISDA)

mysongNel 2001 la coalizione internazionale a guida USA ha invaso l’Afghanistan con l’operazione Enduring Freedom, adducendo diversi pretesti: democratizzare il paese, rendere inoffensivi talebani e al Qaeda, liberare le donne, costrette dal regime talebano a rispettare regole inumane.

Dopo quasi 20 anni le truppe USA -

...

CISDA e il Kurdisan

di Eleonora De Pascalis (CISDA)

maxresdefaultA Jinwar, in Rojava, Siria del nord, un pugnale di luce dirada l’oscurità di un’abitazione spoglia, i suoi tappeti tradizionali, e il cibo disposto in tavola. La quotidianità catturata dalla videocamera incornicia le ore dedite al lavoro, il gioco dei bambini, e alcuni volti dai tratti europei, la musica di una chitarra, e racconta la messa in opera di una comunità libera e autogestita dalle donne. Jinwar, che in lingua locale significa terra delle donne, nasce dal bisogno di concretizzare il cambiamento che le sue fondatrici immaginavano fin dal 2016, a cui sono seguiti due anni di gestazione

...

Progetti in Afghanistan

1Durante i quattro mesi di attività della Scuola elementare“Aisha”, oltre agli esami di metà anno, gli incontri genitori-insegnanti e il programma in commemorazione di Nakamura, ci sono state altre attività.

Abbiamo avuto programmi nuovi e diversi nella scuola, inclusi la formazione di vari gruppi per lo sport, l’agricoltura, temi culturali, ordine e pulizia. ecc. nei quali gli studenti, con la cooperazione degli insegnanti, hanno portato avanti molte attività.
Oltre all’insegnamento, secondo un calendario giornaliero, i bambini hanno partecipato molto nei

...

capreIl progetto creato dall’associazione Insieme si può nel 2010 ora sostenuto da Costa Family Fundation e CISDA , promosso da OPAWC (Organization of Promoting Afghan Women’s Capability) e SAAJS (Social Association of Afghan Justice Seekers).
Si rivolge alle donne e alle famiglie più povere di varie province dell’Afghanistan. Nonostante gli importanti sforzi della comunità mondiale degli ultimi 16 anni, la stragrande maggioranza della popolazione afghana vive in povertà. Soprattutto le vedove e le famiglie particolarmente colpite dal conflitto devono

...

L'Associazione HAWCA - in sostegno alle persone più povere nella lotta al COVID-19

L'Associazione HAWCA - Humanitarian Assistance for the Women and Childern of Afghanistan con la quale il CISDA collabora ha lanciato un appello per il sostegno alle persone più povere ed indifese della società nella situazione di grave emergenza che è ulteriormente peggiorata a causa del diffondersi di COVID-19

Come molti altri paesi, anche il governo afgano ha compreso il pericolo che COVID-19 ci pone tutti e quindi ha annunciato un blocco completo in molte province. Tuttavia, il governo non è riuscito a preparare un piano per sostenere i poveri e i bisognosi in questo momento di crisi. Oltre il 95% della popolazione afgana vive in condizioni di povertà e la maggior parte di essi è impiegato a giornata. Stare a casa significa morire di fame. HAWCA ringrazia tutti i sostenitori che ci hanno supportato nel fornire servizi alimentari e igienici d'emergenza alla parte più bisognosa della società. Tuttavia, questo supporto è stato in grado di aiutare solo alcune persone. Ci sono migliaia di altre famiglie e in particolare vedove e orfani che richiedono attenzione immediata. HAWCA invita tutti i sostenitori di tutto il mondo ad aiutarci attraverso donazioni e fondi per salvare la vita delle persone che non sono infettate dal virus ma che potrebbero morire di fame.

I nostri ringraziamenti speciali a KNH, CISDA e Fons Mallorqui le cui donazioni hanno aiutato molte persone.

Ti preghiamo di inviarci un'e-mail al seguente indirizzo se desideri effettuare una donazione: hawca@hawca.org

Oppure puoi fare un versamento sul conto CISDA con causale Covid-19 HAWCA:

CISDA Onlus
BANCA POPOLARE ETICA
Agenzia Via Scarlatti 31 – Milano
IBAN: IT74Y0501801600000011136660

O con PayPal - Causale Covid-19 HAWCA

PayPal

mail per PayPal: cisdaonlus@gmail.com

Grazie.

Roses di Arson Fahim

Arson Fahim è un nostro giovane compagno afghano, è un musicista, un direttore d'orchestra ed è una persona generosa che mette a disposizione del suo popolo la sua cultura e il suo talento.

Arson ha volute celebrare l'amicizia con noi attiviste del CISDA con una sua bellissima composizione. Siamo commosse e onorate.

Grazie!

Afghanistan: il nome della donna sulla carta di identità dei figli. Vera vittoria?

RADIO VATICANA - 23 settembre 2020 - Intervista a Cristiana Cella - CISDA

Chi siamo

Il C.I.S.D.A. - Coordinamento Italiano di Sostegno alle Donne Afghane Onlus
è nato nel 1999 su iniziativa di una serie di associazioni e realtà italiane che da anni lavorano sui temi dei diritti delle donne, contro i fondamentalismi e le guerre.

Progetti

Il C.I.S.D.A. promuove progetti di solidarietà a favore delle donne afghane in partnership con associazioni di quel Paese.
I progetti sono stati realizzati anche grazie alla collaborazione di associazioni italiane, enti locali, del Ministero degli Affari Esteri e dell'Unione Europea.

Cosa puoi fare con noi

5×1000 ALLE DONNE AFGHANE
C. F. 97381410154

ADERISCI AL PROGETTO DI SOLIDARIETÀ VITE PREZIOSE

ADOZIONE A DISTANZA DI BAMBINI AFGHANI

CISDA Onlus
BANCA POPOLARE ETICA
Agenzia Via Scarlatti 31 – Milano
IBAN: IT74Y0501801600000011136660

Il CISDA oltre all'Afghanistan...

di Eleonora De Pascalis (CISDA)

maxresdefaultA Jinwar, in Rojava, Siria del nord, un pugnale di luce dirada l’oscurità di un’abitazione spoglia, i suoi

...

In Difesa Di
Published on February 28, 2020

Questo dossier – redatto dal gruppo di lavoro Medio Oriente e Nord Africa (MENA) della rete “In Difesa Di ” – offre una panoramica sulla situazione dei

...

Il Coordinamento Italiano Sostegno Donne Afghane promuove il rispetto dei diritti umani e l’affermazione di diritti civili e sociali universali in un Paese in guerra da decenni.
Il nostro sostegno continua nella consapevolezza che la difesa di queste donne lontane è la stessa a favore dei

...

CONTROVENTO

Controvento è la nostra pagina di controinformazione.
I dati riportati provengono da fonti afghane e internazionali, che abbiamo sempre cura di citare dove possibile.
N.B. Le citazioni dell'etnie sciita/sunnita/tagika riportate nelle schede, hanno il solo scopo di evidenziare come tali appartenenze vengano utilizzate a fini di convenienza.

Sostieni i progetti CISDA

SponsorAfcecoRiceviamo dall'Orfanatrofio di Kabul AFCECO questa richiesta:

Care amiche e cari amici,
quest'anno abbiamo

...

Come contattarci
Puoi scriverci all’indirizzo e-mail cisdaonlus@gmail.com se sei interessato a:

  • avere maggiori informazioni su quello che facciamo
  • sostenere uno dei tanti progetti in Afghanistan e in
...

Dona con Pay Pal

Dalla favola africana del colibrì:

Il leone chiamò il piccolo colibrì e gli disse: “Oggi abbiamo imparato che la cosa più importante non è essere grandi e forti, ma pieni di coraggio e di generosità.
Oggi tu ci hai insegnato che anche una goccia d’acqua può essere importante e che insieme si può spegnere un grande incendio.”

IN DIFESA DI

Il Cisda fa parte della rete In Difesa Di – per i diritti umani e chi li difende che è stata fondata per aprire in Italia uno spazio di riflessione sul tema dei difensori/e dei diritti umani sempre più a rischio e per chiedere al Governo, al Parlamento e agli enti locali di impegnarsi per la loro tutela e protezione.

Meena Keshwar Kamal

MEENA (1956-1987) è nata a Kabul. Durante il suo periodo scolastico, gli studenti a Kabul e in altre città afghane erano profondamente impegnati in attività sociali e nei crescenti movimenti di massa.
Meena ha lasciato l'università per dedicarsi come attivista sociale ad organizzare le donne ed educarle. Perseguendo la sua causa per ottenere il diritto alla libertà e all'espressione e conducendo attività politiche, Meena ha posto le basi per la fondazione di RAWA nel 1977.
Questa organizzazione intendeva dare voce alle donne dell'Afghanistan private dei loro diritti e costrette al silenzio. Meena iniziò una campagna contro le forze sovietiche e il loro regime fantoccio nel 1979 e organizzò numerose marce e incontri in scuole, college e all'Università di Kabul per sensibilizzare l'opinione pubblica.
Un altro grande servizio reso da lei alle donne afghane è stato il lancio di una rivista bilingue Payam-e-Zan (Il messaggio delle donne) nel 1981. Per mezzo di questa rivista RAWA ha potuto lanciare con coraggio ed efficacia la causa delle donne afghane. Payam-e-Zan ha costantemente denunciato la natura criminale dei gruppi fondamentalisti.

Meena ha anche organizzato le scuole Watan per i bambini rifugiati, un ospedale e centri di artigianato per donne rifugiate in Pakistan per sostenere finanziariamente le donne afghane.
Alla fine del 1981, su invito del governo francese, Meena ha rappresentato il movimento afghano di resistenza al Congresso del Partito Socialista Francese.
La delegazione sovietica presente al Congresso, guidata da Boris Ponamaryev, ha lasciato la sala con vergogna quando i partecipanti applaudivano e Meena mostrava il segno di vittoria.
Oltre alla Francia Meena ha visitato anche vari altri Paesi europei e incontrato le personalità più importanti.
Il suo lavoro sociale attivo e la sua difesa effettiva contro le posizioni dei fondamentalisti e del regime fantoccio hanno provocato l'ira dei Sovietici e dei fondamentalisti; fu assassinata dagli agenti del KHAD (il braccio aghano del KGB) e dai loro complici a Quetta, in Pakistan, il 4 febbraio 1987.

5x1000

 

Destina il 5x1000 alle donne afghane attraverso il CISDA
Codice Fiscale 97381410154

CISDA

COORDINAMENTO ITALIANO SOSTEGNO DONNE AFGHANE Onlus
Via dei Transiti 1 - 20127 Milano
Codice Fiscale 97381410154

Copyright © CISDA - Coordinamento Italiano Sostegno Donne Afghane Onlus 2021
facebook_page_plugin